la bici è ...

la bici è ... economica, ecologica, salutare, segno di civiltà: INTELLIGENTE!

"La bicicletta richiede poco spazio. Se ne possono parcheggiare diciotto al posto di un auto, se ne possono spostare trenta nello spazio divorato da un unica vettura. Per portare quarantamila persone al di là di un ponte in un ora, ci vogliono dodici corsie se si ricorre alle automobili e solo due se le quarantamila persone vanno pedalando in bicicletta"

Ivan Illich "elogio della bicicletta"

giovedì 24 novembre 2016

Assemblea dei soci e simpatizzanti di FIAB ValdarnoInBici

FIAB ValdarnoInBici è lieta di invitarti a


Assemblea dei soci 2016

Sabato 17dicembre
dalle ore 18.00

Centro Giovani Matassino
Via T. Toti


L'Assemblea dei soci di FIAB ValdarnoInBici è il consueto momento annuale in cui tutti i soci e simpatizzanti (con le loro famiglie) sono invitati partecipare.

Il programma prevede un primo momento in cui condividiamo il bilancio dell'anno trascorso, ci confrontiamo sulle attività svolte e sulle tante iniziative e progetti che abbiamo in serbo per l'anno prossimo.
Seguirà un'apericena in cui ognuno porta qualche cibaria e/o bevanda da condividere.


Visto che siamo alla scadenza del biennio 2015-2016, la serata si concluderà con le 



elezioni del nuovo Consiglio Direttivo

aperta a tutti i soci; i nuovi membri del Consiglio la sera stessa definiranno le nuove cariche interne.


Ricordiamo che tutti i soci sono candidabili e ci auguriamo che questa serata sarà l'occasione per coinvolgere più persone possibili per "pedalare" con noi e aiutarci a dare una mano per far crescere la cultura della mobilità sostenibile in Valdarno.

venerdì 18 novembre 2016

Rinvio assemblea dei soci


FIAB ValdarnoInBici comunica che

l'Assemblea dei soci e dei simpatizzanti

prevista il giorno SABATO 19 NOVEMBRE  presso il Centro Giovani di Matassino è 

RINVIATA

a data da destinarsi per problemi logistico-organizzativi.

Continuate a seguirci su questo sito e su Facebook e vi aggiorneremo su data e sede della nuova convocazione.

E se non siete nella nostra mailing list mandateci una mail all'indirizzo infovaldarnoinbici@gmail.com per inserirvi.

Saluti da FIAB ValdarnoInBici


mercoledì 9 novembre 2016

Divieto di andare a scuola in bicicletta? NO, esistono altre soluzioni!

In merito alla circolare N.64 diramata il 04/11/2016 dall'Istituto Comprensivo di Figline Valdarno che SCONSIGLIA l'utilizzo della bicicletta per recarsi a scuola minacciando la revoca dell'autonomia di uscita dal plesso "Leonardo Da Vinci", FIAB ValdarnoInBici esprime il proprio profondo sconcerto.

Pur riscontrando che le strade di Figline (e dei paesi del Valdarno in generale) non brillano per sicurezza, FIAB ValdarnoInBici ritiene che SCONSIGLIARE di utilizzare un mezzo di mobilità dolce va contro ogni logica.
Sono infatti molti gli studi che dimostrano che i rischi diminuiscono all'aumentare del numero di persone che si muovono in bici e a piedi in alternativa alle auto (si veda ad es. lo studio di Bruce Janson e Krista Nordback della Colorado University, pubblicato sulla rivista Accident Analysis & Prevention, oppure i tanti altri studi svolti a Philadelpia, in Gran Bretagna, ecc.).
Pertanto riteniamo che prima di sconsigliare azioni virtuose, come l'utilizzo della bici, sarebbe opportuno richiedere alle amministrazioni alcuni piccoli interventi di moderazione del traffico veicolare come tante volte FIAB ValdarnoInBici ha suggerito (come ad esempio strade di accesso delle scuole car free negli orari di entrata/uscita, la realizzazione di un PediBus o addirittura di un BiciBus gestito dall'amministrazione comunale, la realizzazione di una rete interconnessa di piste ciclabili di collegamento tra i punti nevralgici ed attrattivi delle città come le scuole e le piazze principali, la realizzazione di vere Zone30 con limitatori fisici di velocità, ecc). Come associazione ribadiamo ancora una volta che siamo contrari a risolvere i problemi di mobilità scegliendo esclusivamente soluzioni di incentivo alle automobili riducendo di conseguenza ulteriormente la sicurezza delle nostre strade.
Questa circolare è bislaccamente un provvedimento all'italiana, è un po' come dire "l'aria è inquinata, quindi smettete di respirare" o "un contatto prolungato con l'acqua può provocare reumatismi, quindi evitiamo di lavarci".
In più FIAB ValdarnoInBici aggiunge che stimolare l'autonomia e l'indipendenza degli studenti attraverso il semplice gesto dell'andare a scuola da soli (a piedi o in bici), è un passo fondamentale per la crescita dei ragazzi; rinunciare a regalare loro questi scampoli di opportunità è una sconfitta per la società e per gli adulti che verranno e che gestiranno a breve il nostro futuro.

Come associazione ci siamo sempre resi disponibili con i tecnici di ValdarnoInBici a partecipare a Tavoli Tecnici per la riflessione comune sulle soluzioni migliori da realizzare per rendere vivibile a pedoni e ciiclisti (cioè ai soggetti deboli della strada) le strade di Figline e Incisa  e degli altri comuni del Valdarno. Pertanto chiederemo al più presto un incontro con il dirigente scolastico e con l'amministrazione comunale per contribuire all'individuazione di soluzioni per l'incremento della sicurezza degli alunni senza assurde limitazioni alla libertà di scelta personale.

A seguito di questo nostro comunicato siamo stati contattati dal Dirigente Pierazzi per un confronto sulla tematica e per un nostro coinvolgimento in un percorso di educazione alla mobilità che l'Istituto Comprensivo vuole proporre agli studenti. Da parte nostra confermiamo la disponibilità al dialogo costruttivo e dopo l'incontro vi aggiorneremo sugli sviluppi della vicenda.

mercoledì 2 novembre 2016

Presentazione libro: "Maldifiume. Acqua, passi e gente d'Arno"

FIAB ValdarnoInBici 
in collaborazione con il circolo ARCI Marzocco di San Giovanni Valdarno

è lieta di invitarti alla presentazione del libro:

“Maldifiume. Acqua, passi e gente d’Arno”



Un cammino di racconti che non vuole essere un barattolo di memoria, ma una conserva da aprire e gustare per capire se è ancora possibile, intorno all’Arno, sentire un coro di voci, di idee e di progetti che sa di bene comune, di comunità e di futuro"



Sarà presente Simona Baldanzi, autrice del libro che vuole condividere in questo modo il suo viaggio lento dal Falterona fino alla foce dell’Arno. Un viaggio in cui ha incontrato e condiviso esperienze con la grande comunità che vive lungo il corso di questo fiume.
Dopo aver condiviso con la scrittrice Simona Baldanzi, rigorosamente in bici, il suo "scorrere" nel tratto valdarnese che va da Levane a Rignano, siamo lieti di condividere il momento della presentazione del libro in cui la scrittrice ha raccolto storie di luoghi e di persone che sono unite dal fiume Arno.




…seguirà un aperitivo tra gente d’Arno!

Sabato 03 dicembre 2016 - Ore 18.00
Circolo ARCI Marzocco: Via Alberti, 7 – S. Giovanni V.no (AR)


"Nel tempo che ci metteva un tronco col fiume in piena dal Falterona a Pisa
A piedi, in bici, in barca a raccogliere storie che non stanno mai ferme a farsi raccontare"


per info e contatti
infovaldarnoinbici@gmail.com
3394773203

Bicicastagnata d'Autumnia

FIAB ValdarnoInBici
 in collaborazione con l'associazione Libera

organizza 

Bicicastagnata d'Autumnia

Sabato 12 Novembre
ore 15.00





Sei invitato a pedalare insieme a noi tra gli argini, la ciclabile e le strade di Figline V.no, per gustare in bicicletta la bellezza della stagione autunnale. E per gustarla ancora di più, al termine della pedalata presso lo stand di Libera, ci sarà un ristoro a base di "castagne" un po' particolari!


Il ritrovo è previsto alle ore 15.00 in via E. Sarri, presso il monumento l'Albero della Vita.
La biciclettata sarà di circa 7 km, sarà interamente pianeggiante e aperta a tutti, percorrerà prevalentemente strade cittadine a basso impatto di traffico e sarà gestito dai volontari di FIAB ValdarnoInBici che regoleranno il traffico dove necessario.

Percorso dettagliato:


Partenza da Via E. Sarri (presso l'Albero della Vita), Via A. Gramsci, Via L. Pignotti, Via della Resistenza, Via F. Petrarca, Via G. Garibaldi, , Via Martiri Cavicchi, Via I. Marchiani, Piazza Speranza, Via Argini Arno, Via del Ponterosso, Via Roma, Via Benelux, Via Grecia, Via della Comunità Europea, Via W. Tobagi, Via V. Bachelet, Via G. Console,Via B. Vanzetti, Via N. Copernico, Via Roma, Via Torino, Via B. Degli Innocenti, Via V. Locchi, Arrivo Via E. Sarri (presso l'Albero della Vita).


I partecipanti sono tenuti al rispetto del Codice della Strada.
I minori di anni 14 dovranno essere accompagnati.
Per una migliore riuscita della biciclettata non sono ammesse bici con le ruotine.






Prima di partire per la biciclettata controlla l'efficienza del tuo mezzo...


...se hai bisogno di aiuto vienici a trovare alla nostra Ciclofficina tutti i martedì dalle ore 17 presso il centro sociale "Il Giardino" a Figline V.no.



per info e dettagli
infovaldarnoinbici@gmail.com 
3394773203

giovedì 23 giugno 2016

Basta guardare, è l'ora di guadare!

 FIAB ValdarnoInBici e Gruppo Podisti Resco Reggello 1909 

invitano tutti i cittadini all'evento

"Basta guardare, è l'ora di guadare!"
Sabato 9 luglio alle ore 9.00
(indossa occhialini da piscina e/o maschera da mare)

un flash mob per unire, camminare, correre e pedalare tra le rive del Torrente Cesto ormai senza passerella da diversi anni.


Le associazioni organizzatrici intendono sensibilizzare l'amministrazione comunale e gli enti competenti al ripristino immediato di un guado realmente fruibile da tutti i cittadini.
Ricordiamo che la passerella che univa le sponde del torrente è stato portata via da una piena nel novembre del 2012 e da allora poco o nulla è stato fatto, e quel poco è stato fatto male
(Per rinfrescare la memoria leggi gli articoli seguenti Articolo 1 Articolo 2 Articolo 3)

Per troppo tempo siamo rimasti a guardare, ora dopo tanti anni in cui ci siamo bagnati le scarpe, abbiamo dovuto arrampicarci trascinando le bici sulle sponde o abbiamo dovuto cambiare strada perché c'era troppa acqua,  è arrivata l'ora di guadare!

Ti aspettiamo alle 9.00 presso il guado e ti chiediamo di indossare un bel paio di occhialini da piscina o una maschera da mare....visto che non si può guadare all'asciutto attrezziamoci!

 Vieni a piedi, o di corsa, o in bicicletta, o con i pattini, o con lo skateboard o come meglio preferisci ma non dimenticare 
occhialini e/o maschera!






Domenica 26 giugno: bici+treno sul Lago Trasimeno



Domenica 26 giugno organizziamo una 

Cicloescursione sul lago Trasimeno


Il programma di massima sarà il seguente:

-9:28 partenza dalla stazione di Figline Valdarno con il treno in direzione Castiglione del Lago con arrivo previsto alle ore 11.00 (chiunque volesse raggiungerci direttamente a Castiglion del Lago con altri mezzo è pregato di comunicarlo);
- 11.00: partenza della pedalata senza fretta in direzione di Passignano facendo qualche sosta anche per pranzare lungo il lago (pranzo al sacco);

-16:09 partenza dalla stazione ferroviaria di Passignano in direzione Figline Valdarno. (in alternativa è possibile prendere il treno successivo alle 18.09)


Il percorso della pedalata è di circa 30 km interamente pianeggianti che percorreremo in tranquillità a velocità che terrà conto di tutti i partecipanti.

Per info, iscrizioni e dettagli contattaci su Facebook o all'indirizzo mail infovaldarnoinbici@gmail.com

giovedì 9 giugno 2016

Inaugurazione pista ciclabile a Figline Valdarno

Trovo che il gesto del Rotary club sia bello e significativo. La donazione di 10 biciclette al Centro Sociale "Il Giardino" mette in evidenza una delle dimensioni della bicicletta che ci sta più a cuore: la socialità. 
Uno degli aforismi legati alla bicicletta che mi piace di più fa riferimento proprio a questo aspetto: 

Se i pedoni si ignorano, se gli automobilisti si insultano, i ciclisti si sorridono, si salutano e si uniscono
(Jacques Goddet, storico patron del Tour de France).

Sabato purtroppo non potrò esserci per motivi di lavoro, ma se fossi stato a Figline sarei stato sicuramente presente, a gioire e a complimentarmi con chi ha avuto questa bella idea.
Mi dispiace che il post che abbiamo scritto abbia sollevato qualche malumore, ma la promozione della mobilità sostenibile è il centro dell’Associazione Culturale ValdarnoInBici e quindi siamo sensibili quando se ne parla e quando si creano occasioni pubbliche per ragionarne insieme. Forse il non aver ricevuto l’invito direttamente è stato determinato solo da un problema tecnico ma la nostra osservazione è figlia della voglia di esserci e di portare il nostro contributo.

La dualità di sentimenti che proviamo riguardo alla pista ciclabile: da un lato sarebbe sbagliato non dire che siamo contenti del fatto che sia stata realizzata, ma al tempo stesso non possiamo non dire che sono stati fatti degli errori. Quindi da un lato c’è apprezzamento per la scelta dell’amministrazione comunale di realizzarla, così come c’è soddisfazione per il fatto che i temi della mobilità siano entrati nel dibattito pubblico e nell’agenda politica. Dall’altro lato siamo anche preoccupati del fatto che non si vedano gli errori (ad esempio mettere in competizione pedoni e ciclisti riducendo di molto la dimensione del marciapiede o addirittura eliminandolo facendoci passare sopra la sola ciclabile, oppure non collegando la ciclabile realizzata agli altri ‘spezzoni’ di pista esistenti sul territorio o ad altri punti nevralgici della città come il centro storico e le scuole) e che si pensi che sia bastato questo intervento per la promozione della mobilità ciclistica o per il sostegno alla mobilità dolce nel comune.

Chiudo augurando con molta sincerità che la giornata di inaugurazione sia una bella giornata che possa rafforzare in tutte le persone presenti la voglia di migliorare la progettazione e gli interventi volti al sostegno dei soggetti deboli della strada: pedoni e ciclisti. Noi di ValdarnoInBici, come sempre, siamo qui, a disposizione per essere chiamati in causa, con il nostro spirito critico, ma anche con la voglia di dare un contributo attivo alla vita del Comune di Figline e Incisa Valdarno.


Daniele Del Priore (Presidente FIAB ValdarnoInBici)

domenica 15 maggio 2016

1° Compleanno della Ciclofficina: una bella festa ...e abbiamo voglia di "pedalare" ancora

Sabato 14 maggio abbiamo festeggiato, presso il Centro Sociale ‘Il Giardino’  il primo compleanno della Ciclofficina.  Un progetto promosso da FIAB ValdarnoInBici, Centro Sociale ‘Il Giardino’, UISP, Anelli Mancanti.
La Ciclofficina è un luogo di socialità,  dove cittadini e cittadine possono incontrarsi per imparare l’arte di aggiustarsi  la bici con la guida di persone esperte e la disponibilità degli  attrezzi necessari.


Ma alla Ciclofficina non ci si occupa ‘soltanto’ del recupero di vecchie bici: la Ciclofficina è un luogo dove si recuperano relazioni tra persone – di Figline e Incisa, di provenienze diverse, di generazioni diverse –, si recupera la dimensione del lavorare insieme, si recupera l’idea di una mobilità diversa, più dolce, sostenibile.

Sono tutte dimensioni che hanno bisogno di tempo per esprimersi pienamente e il fatto che siamo arrivati a festeggiare il primo anno di attività è molto significativo, perché abbiamo dato continuità al progetto : la Ciclofficina è infatti aperta tutti i martedì dalle 17.00 alle 19.00.
La Ciclofficina è un progetto ‘povero’ che si è sostenuto, in questo primo anno con il contributo iniziale dell’ufficio di presidenza del Consiglio Comunale di Figline e Incisa e con i contributi del Credito Cooperativo, della Banca di Cambiano, dell’Unipol Sai. Ma anche con il contributo del Comune di S.Giovanni Valdarno che ha donato alcune bici e parti di bici recuperate dai depositi della polizia municipale, e con il contributo di numerosissimi cittadini che hanno donato vecchie bici, attrezzi, e il proprio tempo per sostenere questo progetto.

Per il futuro ci piacerebbe poter disporre di uno spazio differente dallo scantinato dove in questo momento il progetto ha preso forma; sia chiaro che siamo grati al ‘Giardino’ per averci dato questo spazio che abbiamo curato e che ci ha accolto, ma ci piacerebbe poter uscire da lì e avere uno spazio più visibile: per questo chiediamo al Comune di fare uno sforzo per utilizzare spazi attualmente assegnati ad associazioni ‘fantasma’ ma, di fatto, inutilizzati. La presenza della Presidente del Consiglio Comunale Cristina Simoni, dell’Assessora Ottavia Meazzini (politiche sociali, intercultura e integrazione) e di alcuni consiglieri ci ha fatto molto piacere perché hanno potuto toccare con mano la bellezza del progetto e l’entusiasmo delle persone che lo stanno portando avanti.
Alla festa erano presenti le persone che hanno avuto modo di ‘incontrare’ e di conoscere la Ciclofficina, di lavorarci, di contribuire alla sua realizzazione. In particolare erano presenti molti migranti, richiedenti asilo, ospitati a Palazzolo, che hanno partecipato costantemente al lavoro della Ciclofficina e hanno contribuito in modo fattivo al suo funzionamento; per ringraziarli e per rafforzare un legame di collaborazione e conoscenza reciproca abbiamo donato loro 4 biciclette aggiustate insieme nella Ciclofficina.


Sempre nel corso della festa abbiamo donato la tessera onoraria di FIAB ValdarnoInBici a Graziano, che nel corso di quest’anno, ci ha donato la sua sapienza e la sua passione per le biciclette; la Ciclofficina non sarebbe quello che è ora, senza il suo aiuto.

La festa ha avuto inizio con una biciclettata che ha toccato le varie infrastrutture ciclabili (e non) di Figline. Se la pista ciclabile di via Roma e di via Locchi si può  effettivamente percorrere in sicurezza, così come gli argini dell’Arno (futura sede della Ciclopista dell’Arno finanziata dalla Regione Toscana), ci sono in realtà molti tratti incompleti e poco sicuri (per non dire pericolosi): da capire ad esempio perché sia indicata come ciclabile il tratto di strada davanti alla ex-Pirelli; da segnalare la pericolosità del ‘marciapiede dipinto di rosso’ che passa davanti alla scuola Cavicchi; da completare il tratto di via Brodolini con la necessaria separazione della carreggiata delle macchine da quella delle biciclette. E ancora: prevedere nelle strade ‘nuove’, e penso ad esempio a Via Pertini dove lo spazio è sufficiente, una segnaletica che aiuti i ciclisti a muoversi in sicurezza.


Come già detto altre volte sembra sempre che manchi un progetto di insieme, complessivo: tutti i tratti di ciclabile sono separati e sono quindi una serie di ‘spezzoni’ poco utilizzabili in modo organico; alcuni tratti non si possono nemmeno chiamare ‘piste ciclabili’; spesso vengono messi in contrapposizione fra loro i soggetti deboli della strada – pedoni e ciclisti; ad esempio prevedendo, scelta completamente sbagliata, tratti di ciclabile che occupano interamente il marciapiede – e questo ci dispiace. ValdarnoInBici comunque è una realtà presente sul territorio del Valdarno e, come abbiamo sempre fatto  (ultimamente anche in rapporto con l’amministrazione di S.Giovanni in occasione del nuovo piano della viabilità recentemente approvato che rilancia in modo significativo la mobilità pedonale e ciclistica) siamo disponibili a mettere a  disposizione dell’amministrazione e dei cittadini (gratuitamente) le nostre competenze e la nostra passione.


mercoledì 11 maggio 2016

1° Compleanno della Ciclofficina

Le associazioni FIAB ValdarnoInBici, Anelli mancanti, Il Giardino e UISP, con il patrocinio del Comune di Figline e Incisa Valdarno, sono liete di invitarti al

1° Compleanno della Ciclofficina
Sabato 14 maggio 2016

Il programma prevede una 

Biciclettata cittadina 

dalle ore 15.30 

con partenza da Piazza M. Ficino 
e arrivo alla Ciclofficina.


La pedalata è libera e aperta a tutti, con un percorso interamente pianeggiante di circa 9 km.
Come sempre la biciclettata sarà gestita dai volontari di FIAB ValdarnoInBici, muniti di gilet ad alta visibilità.
Si raccomanda il rispetto del C.d.S.
I minori di anni 14 devono essere accompagnati.
No bici non ruotine


A seguire presso il centro sociale "Il Giardino" ci saranno
 i saluti e i ringraziamenti delle associazioni e degli amministratori 


E l'iniziativa terminerà con una 
Merenda per tutti 
offerta dalle associazioni partecipanti!



Il percorso dettagliato della bicicletatta sarà il seguente:
Partenza da Piazza Ficino, Via G. Oberdan, Via Castelguinelli, Via della Resistenza, Via F. Petrarca, Via G. Garibaldi, Via Argini Arno, Via del Ponterosso (Argini),Via Roma, Via S. Pertini, P.zza R. Speranza, Via Marchiani, Via A. Barducci, Via Martiri Cavicchi, Via F.lli Cervi, Via A. Gramsci, V.le B. Pampaloni, Via della Vetreria, V.le V. Locchi, Via Roma (ciclabile) Arrivo presso il centro sociale "Il Giardino".

Ti aspettiamo!

domenica 24 aprile 2016

IL BICICLETTERARIO IN FESTA: 14 maggio 2016

Ci siamo: lo staff organizzativo del premio letterario "Il Bicicletterario" lancia l'evento "Il Bicicletterario in Festa": la giornata celebrativa delle premiazioni,attorno alle quali ruoteranno le varie iniziative che la caratterizzeranno.

Si tratta di una vera e propria 'festa della bicicletta', articolata in diverse interessanti fasi, con svariate iniziative disseminate lungo un programma che si snoda dalle ore 10.00 del mattino del giorno sabato 14 maggio 2016 fino a tarda sera, ricalcando in parte la scaletta della prima edizione, svoltasi il 21 marzo del 2015, in cui si registrò un notevole successo di pubblico e critica.

Si partirà con l'apertura al pubblico dell'area dell'Arena Mallozzi, sul lungomare di Scauri, località costiera del Comune di Minturno, appositamente attrezzata per l'occasione con una tensostruttura di ultima generazione, a creare un suggestivo spazio, delimitato ma aperto, nel quale saranno accolti un mercatino dell'artigianato con linee di creazioni ispirate alla bicicletta, la mostra fotografica legata al Premio Internazionale di Fotografia 'Scattofisso',una mostra d'arte, anch'essa tematica, eBikexposition che, come è facile dedurre dal nome, consta in un'esposizione di biciclette particolari, vintage, strane o semplicemente belle.



L'allestimento ospiterà anche i gazebo informativi di Co.S.Mo.S. e Il Bicicletterario, della Pro Loco ed altre associazioni, e di Amnesty International.
Nel corso della mattinata (a partire dalle ore 11.00) si terrà l'Incontro Fantasiologico con Massimo Gerardo Carrese, studioso e docente in materia di fantasia ed immaginazione, membro della giuria 2016 per le opere letterarie, dedicato in particolar modo a bambini e ragazzi ma di sicuro interesse per tutte le età.
Nel primo pomeriggio (ore 14.00), alla presenza della giuria 2016, è previsto l'inizio della fase delle premiazioni: si parte con le sezioni bambini e ragazzi del premio letterario, introdotte da un divertente spettacolo de La Milizia dei Folli, gruppo teatral-clownesco di spiccato talento, che si occuperà direttamente di premiare i piccoli vincitori, coadiuvato dai rappresentanti del Parco Sospeso di Gianola.




A far da ponte con le sezioni dedicate agli adulti, interverrà lo scrittore e giornalista de Il Corriere della Sera Paolo Foschi, il quale presenterà la sua ultima pubblicazione, "Omicidio al Giro", ispirato giallo ambientato nella cornice del Giro D'Italia.
Alle 16.15 sarà la volta della premiazione degli adulti e dellapresentazione del volume antologico scaturito dalle selezioni della giuria de Il Bicicletterario 2016. Nello stesso ambito verranno premiati ivincitori del premio fotografico Scattofisso.


Alle ore 21.00, come apertura di serata, l'ensemble Eskhara Balletoffrirà ai presenti un omaggio danzante alla bicicletta, con coreografie originali. Saranno le ballerine del gruppo ad introdurre il concerto della nota Blues Band "Blue Stuff" di Mario Insenga, che ci porterà in un viaggio musicale tra le radici della musica moderna e l'interpretazione della grande scuola 'partenopea' del blues. A seguire, Gianpaolo 'Jumpy' Battaglia proporrà un interessantissimo dj-set tra rock e disco anni '70/80, non disdegnando puntatine nella produzione musicale recente dei due generi: un finale ballabile per chiudere con divertimento e buona musica la giornata.


Le 'delizie' del giorno non si esauriscono nel denso programma dell'evento: l'organizzazione ha infatti stipulato, con bar, pubs, pizzerie, ristoranti e gelaterie vicine all'area della festa, delle speciali convenzioni. Allo scopo, all'ingresso dell'Arena Mallozzi, verranno distribuiti gratuitamente a tutte le persone che interverranno, deglispeciali gadgets, presentando i quali presso i locali convenzionati saranno applicati gli sconti previsti da ogni gestore in esclusiva per la giornata de "Il Bicicletterario in Festa".

Convenzioni speciali esistono anche con le strutture ricettive del luogo, per agevolare la visita di quanti proverranno da località più lontane: gli sconti speciali sulle tariffe alberghierevalgono per tre giorni consecutivi, 13-14-15 maggio e verranno applicate dagli hotels e B&B partners se, all'atto della prenotazione, verrà esplicitamente indicato che il soggiorno è motivato dalla visita a Il Bicicletterario in Festa.

Un grande evento dunque, un'occasione da non perdere, per festeggiare tutti insieme la conclusione della seconda edizione de Il Bicicletterario - unico premio letterario al mondo dedicato alla bicicletta - all'insegna di cultura, arte, musica e sostenibilità.



L'ingresso alla manifestazione è naturalmente gratuito per tutti, compreso il concerto finale. 

Il Bicicletterario vi aspetta, a Scauri, dalle 10 del mattino di sabato 14 maggio 2016.

Per tutte le informazioni a riguardo, basta visitare il sito:
www.bicicletterario.blogspot.it
nel quale ad ogni iniziativa della giornata è dedicata una pagina specifica,

oppure la pagina facebook dell'evento "Il Bicicletterario in Festa".

Per altre info, l'indirizzo e-mail di riferimento è:
cosmosminturno@gmail.com

lunedì 21 marzo 2016

Bicioccolata di Primavera: guarda le foto e il video



Ieri, domenica 20 marzo, si è svolta la consueta pedalata di inizio Primavera.
Quest'anno, vista la vicinanza della Pasqua imminente, a fare da cornice alle biciclette c'era la cioccolata.

Diverse famiglie sono state protagoniste  della nostra passeggiata in bici, ottimamente scortata da 2 auto della Polizia Municipale, che ringraziamo per il servizio prestato, e  guidata dai volontari di FIAB ValdarnoInBici. 



La pedalata è partita da Piazza Ficino,  ha percorso un breve tratto di quella che sarà la ciclopista dell'Arno e la nuova pista ciclabile di Via Roma. 







All'arrivo l'associazione dei commercianti in collaborazione con la Proloco Ficino, ha accolto adulti e bambini offrendo cioccolata per festeggiare con qualche giorno di anticipo la Pasqua in arrivo.
 



venerdì 26 febbraio 2016

"Bicioccolata di Primavera"

FIAB ValdarnoInBici
in collaborazione con la Proloco Marsilio Ficino
organizza la
"Bicioccolata di Primavera"
Domenica 20 Marzo
ore 15.00 in Piazza M. Ficino (Figline Valdarno)



Pomeriggio all'insegna della bicicletta ...
...e della cioccolata!!!

Dalle ore 15.00 sarà allestito il nostro spazio per accompagnare i bambini più piccoli (e i loro genitori) a provare a pedalare
"In bici senza ruotine"

Alle ore 15.30 partirà la
"Bicioccolata"
biciclettata cittadina libera e aperta a tutti per le vie del centro.


Partenza da Piazza Ficino, Via G. Oberdan, Via Castelguinelli, Via della Resistenza, Via G. Garibaldi, , Via del Ponterosso (Argini),Via Roma, Via Benelux, Via Grecia, Via della Comunità Europea, Via Roma, Via Torino, Via B. Degli Innocenti, Via V. Locchi, Corso Matteotti, Arrivo presso Piazza Ficino.



La pedalata sarà interamente pianeggiante e idonea per famiglie con bambini (no bici con ruotine).
I volontari di FIAB ValdarnoInBici accompagneranno il gruppo e regoleranno il traffico dove necessario.
I minori di anni 14 dovranno essere accompagnati. Si chiede il massimo rispetto del Cds.

E al termine apertura dell'Uovo di Pasqua e................... cioccolata per tutti!!!


per info e dettagli: infovaldarnoinbici@gmail.com - 3394773203

martedì 16 febbraio 2016

Parcheggio della stazione ferroviaria a pagamento?

In merito all'ipotesi ventilata in consiglio comunale di rendere a pagamento i parcheggi in prossimità della stazione ferroviaria di Figline Valdarno, FIAB ValdarnoInBici intende esprimere la propria opinione e cercare proposte e soluzioni a lungo termine.

Ormai da anni si assiste periodicamente ad un tira e molla tra l'amministrazione comunale figlinese da una parte, i residenti dall'altra e i pendolari, in particolare quelli provenienti dai comuni limitrofi, dall'altra ancora. E' diventato un "tutti contro tutti" che per ora non ha portato a niente se non ad alimentare polemiche ed accuse reciproche.
Come associazione che da anni si occupa di mobilità sostenibile, non solo di ciclabilità, vogliamo offrire qualche spunto di riflessione e qualche proposta costruttiva per tentare di trovare possibili soluzioni a questo problema.

Premettiamo che a nostro avviso l'intermodalità va sempre difesa e, quindi, sottolineiamo la necessità di non penalizzare il pendolarismo con il treno verso i capoluoghi vicini. Dare la possibilità alle persone di prendere il treno in alternativa all'automobile è una scelta politica che deve essere sempre salvaguardata e non penalizzata con ulteriori costi per il parcheggio.
Detto ciò però, risulta necessario anche analizzare il problema esistente che purtroppo presenta una situazione di parcheggi limitrofi alla stazione ormai al collasso, con conseguenti problemi per i pendolari stessi ma, soprattutto, per i residenti che sono schiavi della sosta selvaggia che si viene a creare nelle ore diurne. E' una situazione che evidenzia la distanza del Comune di Figline e Incisa dall'esempio di alcuni comuni virtuosi dove la gestione delle automobili ha trovato soluzioni valide
Se tale situazione ricade principalmente sui cittadini e sull'amministrazione figlinese, FIAB ValdarnoInBici ritiene che le soluzioni vadano cercate insieme alle amministrazioni dei comuni limitrofi i cui cittadini sono i principali utenti dei parcheggi in questione.
Il primo passo quindi non è capire se e come allargare i parcheggi, ma come ridurre l'afflusso di automobili fornendo la possibilità di scegliere alternative valide.
E' necessario creare un Tavolo Tecnico di discussione in cui analizzare la possibilità, soprattutto nei comuni afferenti alla stazione di Figline, per promuovere e incentivare sistemi come il car pooling, il car sharing e forme per potenziare il trasporto pubblico e renderlo più efficiente.
Parallelamente si rende a nostro avviso fondamentale una politica che abbia come obiettivo incentivare i cittadini figlinesi ad arrivare in stazione con mezzi alternativi alle automobili. In analogia a quanto attivato nel comune di Massarosa (e come stanno attivando tanti altri comuni italiani), si potrebbero proporre forme incentivanti per chi va a piedi o in bici. Intendiamo sottolineare che è stato fatto un primo investimento importante per un primo ramo di pista ciclabile di servizio proprio alla stazione, quindi ora è necessario fare in modo che tale investimento venga fatto fruttare premiando chi la usa e creando altre infrastrutture di collegamento anche verso le altre zone. Per reperire i fondi necessari ad un tale progetto di incentivo ricordiamo che esiste la possibilità di attingere ai fondi provenienti dalle multe come previsto dalla legge 366/98 e agli eventuali fondi messi a disposizione dal collegato ambientale appena emanato.
Da parte nostra come associazione ci impegniamo a collaborare con le amministrazioni comunali per effettuare una massiccia campagna informativa ed educativa volta alla promozione dell'utilizzo della bicicletta e delle piste ciclabili realizzate.

Queste sono solo alcune delle soluzioni possibili che intendiamo approfondire aprendo un Tavolo di discussione con le amministrazioni, il Comitato dei pendolari, i cittadini e tutte le figure che vorranno confrontarsi per cercare soluzioni a questo problema da anni irrisolto, avviando anche un percorso partecipato della cittadinanza di Figline e dei comuni limitrofi.